About me

Ho superato i trent’anni, sono una giornalista pubblicista e lavoro come PR in un’agenzia di comunicazione ed eventi. Ho un cane grassoccio, il mio libro preferito è “Il richiamo della foresta” e il disco che mi ha cambiato la vita è il “Black Album” dei Metallica. Ho un amore inspiegabile per i tralicci della corrente e uno spiegabile per la pizza in tutte le sue manifestazioni terrene e terrone. Sono nata in toscana ma sono pugliese. Ho vissuto a Bitonto, Lecce, Chieti, Pescara, L’Aquila, Firenze, Prato, Bologna e oggi, Milano. Domani chissà.

Il mio stile è non avere uno stile. Un giorno mi sveglio Madonna, il giorno dopo Amanda Palmer, l’altro ancora Tilda Swinton.

Ho deciso di aprire un blog quando ho capito che non sarei mai stata una fashion blogger. E perchè quel lontano giorno del 2012, me lo ricordo bene, ero in preda alla noia mista ad una crisi esistenziale da neo-laureata in Scienze Della Comunicazione in cerca di un lavoro.

Mi chiamo Madame La Gruccia perchè tutti i cibi erano già stati usati per i nomi di altri blog. Caffè, cupcake, tè, pizza. Forse era disponibile solo la coda alla vaccinara, ma la cucina romana è pesante e io non volevo mica piazzarmi sullo stomaco di qualcuno. E poi thefashioncodallavaccinara.com non suonava benissimo.

Col tempo questo blog è diventato lo sproloquiatoio di una persona in perenne conflitto col mondo e con se stessa, che non riesce a stare zitta e ha sempre qualcosa da dire su tutto.

Qui non troverete:

  • Foto di outfit
  • Marchette
  • Tutorial su come ci si veste per…
  • Foto di toast di avocado
  • Foto di hotel a 5 stelle dove sono stata (perchè non ci sono stata)
  • Foto di fidanzati o foto fatte dal fidanzato (perchè non c’è un fidanzato)

Qui troverete:

  • Desideri irrealizzati (per lo più borse e scarpe)
  • Pensieri sconclusionati che ho provato ad ordinare
  • Sfoghi femministi
  • Cose che mi piacciono e perchè
  • Cose che non mi piacciono e perchè
  • Un sacco di domande, pochissime risposte

Buona lettura,

Madame La Gruccia