MILANO, ROMA, VENEZIA: 11 MOSTRE PER IL 2017

MILANO, ROMA, VENEZIA: 11 MOSTRE PER IL 2017
Se non faccio colazione tutte le mattine con la mia apposita tazza da colazione – c’è pure quella da tè del pomeriggio e da tisana della sera, ovviamente – mi sento come se avessi violato le regole fondanti della mia vita, il sistema di valori su cui si regge tutto il mio (precario) equilibrio.
Per cui mi fa strano pensare di essere stata anche una studentessa universitaria pronta a piantare in asso una giornata di studio, con un esame a pochi giorni e un piano programmato al minuto che se scazzava AAAARGH, per improvvisare una gita a Milano decisa la mattina stessa, obiettivo: la mostra di Keith Haring in Triennale. Figuriamoci se mi poteva importare di una tazza. Anzi, per me tazze e bicchieri erano intercambiabili. Così come lo scottex e la carta igienica e talvolta pure i vestiti e il pigiama.


Questo per dire che quando ero una persona non ossessiva e senza una parvenza di vita organizzata, non era raro che mi concedessi viaggetti culturali improvvisati, e in generale facevo cose molto più divertenti. E’ bello non sapere cosa ti succederà il giorno dopo, chi incontrerai in discoteca, quali domande ci saranno all’esame (vabbè, di norma quelle che non sai). Poi un bel giorno ti laurei, ci si mettono di mezzo il lavoro, gli impegni vari, la solita vecchiaia mascherata da pigrizia che ti tiene incollato alla sedia e ti fa dire:
NON-MI-VA.
E poi vai a vivere a Milano, che equivale ad avere un soffice cuscino infilato sotto il sedere: non devi fare il biglietto del treno, con 2 fermate di metro sei sotto Palazzo Reale, in venti minuti a piedi sei praticamente nei principali centri culturali della città, puoi scegliere tra mille opzioni e prenderti il lusso di dire: “Picasso a Roma? Naaa, aspetto che venga qui”.  Capito? Noi che aspettiamo Picasso. O i Deep Purple. Tanto prima o poi passano.
E magari se suonano a San Siro è pure troppo lontano, del resto potevano farlo ad Assago, il concerto, che almeno ce l’ho sulla verde. Per dire.
Comunque, come al solito mi piace tediare il prossimo con prolisse parentesi di vita, partendo da una tazza per arrivare a parlare di quelle che saranno le mostre della primavera 2017 in Italia e qualcuna già in corso, per le quali varrà sicuramente la pena programmare un giro improvvisato.
MILANO
KEITH HARING – Palazzo Reale, 20 febbraio – 18 giugno 2017
MANET E LA PARIGI MODERNA – Palazzo Reale, 8 marzo – 2 luglio 2017

KANDINSKIJ IL CAVALIERE ERRANTE – Mudec, 15 marzo – 2 luglio 2017
MANOLO BLANHIK – Palazzo Morando, 26 gennaio – 9 aprile 2017

ROMA
PICASSO IMAGES. LE OPERE, L’ARTISTA, IL PERSONAGGIO – Ara Pacis, fino al 19 febbraio 2017

REMBRANDT IN VATICANO. IMMAGINI TRA CIELO E TERRA – Musei Vaticani, fino al 26 febbraio 2017

ANISH KAPOOR – Macro, fino al 17 aprile 2017

ARTEMISIA GENTILESCHI E IL SUO TEMPO – Palazzo Braschi, fino al 7 maggio 2017

BOTERO – Museo del Vittoriano, da maggio a settembre 2017

VENEZIA


DAMIEN HIRST – Palazzo Grassi, dal 9 aprile 2017

MARK TOBEY. LUCE FILANTE – Peggy Guggenheim Collection, 6 maggio – 10 settembre 2017

Sicuramente mi sarà sfuggita qualcosa che integrerò con altri post.

Ah, e comunque le tazze le vendono sempre al BookShop. 

MLG


Related Posts

(FASHION EXHIBITIONS) YOU CAN’T MISS! #1

(FASHION EXHIBITIONS) YOU CAN’T MISS! #1

L’idea di moda corrisponde, il più delle volte, a quella di shopping: vetrine, tendenze, futuro. La moda, però, trova espressione e significato soprattutto nella sua storia, che è bene ripercorrere, di tanto in tanto, per avere presente quello che accade oggi. Menomale, dico io, che […]

KAZUYO SEJIMA, L’ARCHITETTO CHE AMA COMME DES GARÇON

KAZUYO SEJIMA, L’ARCHITETTO CHE AMA COMME DES GARÇON

C’è una persona. Una signora piccola piccola che assomiglia ad un folletto.  Ha 56 anni ma sembra una bambina. Ha gli occhi a mandorla e i capelli scuri.  E’ esile,  talmente tanto che mi chiedo se si fa male quando qualcuno la tocca. Ha la […]



2 thoughts on “MILANO, ROMA, VENEZIA: 11 MOSTRE PER IL 2017”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *